Case prefabbricate in legno e risparmio energetico

Case prefabbricate in legno e risparmio energetico

0 Flares 0 Flares ×

Risparmio energetico? Scopri i vantaggi delle case in legno

Le case prefabbricate in legno sono davvero la soluzione ideale per il risparmio energetico. Al giorno d’oggi la bioarchitettura rappresenta una scelta di tendenza e di convenienza per un numero sempre maggiore di clienti, grazie ai suoi numerosi vantaggi.

La possibilità di ridurre i costi dell’elettricità ma senza rinunciare ai comfort è sicuramente un punto a favore per orientarsi verso questo tipo di prodotto che, negli ultimi anni, continua a suscitare grande interesse per chi vuole fare un investimento che guardi al futuro e duri nel tempo.

Oltre a tutelare l’ambiente e a ridurre le spese di cantiere che sarebbero necessarie per realizzare un’abitazione ex novo, la bioedilizia offre tanti vantaggi anche per abbassare i costi in bolletta. Questo è possibile perché il legno, ossia il materiale primario utilizzato per questo tipo di soluzioni prefabbricate, è un ottimo isolante grazie al quale basterà veramente poco, in termini energetici, per riscaldare o rinfrescare tutti gli ambienti della casa, con una spesa minima.

All’interno delle case prefabbricate in legno, dunque, si potrà optare per un impianto di ventilazione, una centralina o una caldaia: ma quale tipologia di riscaldamento è meglio scegliere per soddisfare le tue necessità senza rinunciare al risparmio? Ci sono molte possibilità da valutare, alla luce delle esigenze personali o familiari, del tuo stile di vita ma anche della grandezza dell’abitazione. Se è vero che le case prefabbricate di legno, già per la loro natura, sono improntate al risparmio, per ridurre realmente le spese entrano in gioco anche altri fattori.

Innanzitutto, un buon consiglio può essere quello di affidarvi al parere di un esperto che sappia indirizzarvi verso la scelta giusta per il riscaldamento che meglio si presti alla vostra casa in legno ma anche alle abitudini quotidiane di chi ci vive. Lo scopo è quello di non far lievitare i costi in bolletta. Potrebbe bastare, ad esempio, una caldaia dalla potenza ridotta.

Ma si può pensare a valvole termostatiche per i termosifoni oppure ad una centralina automatica che regoli la temperatura impostando l’orario per il tempo di utilizzo effettivo. Quest’ultima opzione del timer, vi consentirà di evitare gli sprechi e di usufruire dell’elettricità solo quando ce n’è davvero bisogno.

Un altro consiglio può essere quello di sfruttare, nel migliore dei modi, le capacità isolanti del legno, evitando quindi la dispersione del calore. Come? Con infissi adatti e funzionali allo scopo ed evitando sbalzi termici tra dentro e fuori.




0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×