Come risparmiare energia e abbattere i costi in estate

Come risparmiare energia e abbattere i costi in estate

0 Flares 0 Flares ×

Ci siamo, pochi mesi e il caldo tornerà a fare capolino nelle nostre case, nei nostri uffici, nelle nostre città. L’estate, si sa, porta con sé anche un inevitabile aumento dei consumi, dovuto all’utilizzo dei condizionatori, tecnologie necessarie per combattere la canicola estiva e l’incedere verso l’alto del termometro. Abbattere i consumi (e i costi), però, è possibile, basta adottare qualche piccolo accorgimento utile, in modo da affrontare il caldo senza scioccanti aumenti in bolletta.

Gestire al meglio il condizionatore

Come facilmente intuibile, gran parte dei rincari in bolletta è dovuto all’utilizzo del climatizzatore. Ciò non significa che per evitare salassi occorra morire dal caldo: una gestione oculata del proprio apparecchio è in grado di apportare sostanziali benefici. Un uso intelligente del condizionatore permette di ridurre i consumi fino al 75%. Prima di tutto, è bene isolare le stanze meno utilizzate, chiudete le porte delle camere inutilizzate per evitare la dispersione del fresco, attivate il programma di de-umidificazione degli ambienti e utilizzate il timer per la regolazione automatica.

Occorre ricordare, inoltre, che spegnere e accendere frequentemente il dispositivo provoca un significativo aumento dei consumi. Per tale ragione, è sempre consigliabile abbassare gradualmente la temperatura impostata anziché attivare e disattivare con frequenza il funzionamento della tecnologia.

Il condizionatore deve essere utilizzato con accortezza. Per garantirsi un clima confortevole, è sufficiente impostare il termostato 3-4 gradi in meno rispetto alla temperatura esterna e, in ogni caso, mai al di sotto dei 23-24 gradi. La tecnologia inverter di cui dispongono le tecnologie più moderne permette di gestire in automatico il funzionamento del condizionatore, evitando inutili sprechi di energia.

Controllate la classe energetica dei vostri dispositivi. Non solo il condizionatore, ma anche il frigorifero e la caldaia, se vecchi e appartenenti a una classe energetica inefficiente, influiscono in modo significativo sui consumi domestici. Acquistare apparecchiature moderne di ultima generazione implica un esborso economico non indifferente, ma la spesa affrontata sarà ampiamente ripagata sulle bollette dei mesi successivi.

Areare le stanze

A intervalli di 6-7 ore, è sempre bene aprire porte e finestre, in modo da consentire un ricircolo dell’aria. Ciò permette di preservare la salubrità dell’ambiente e ad evitarne il surriscaldamento degli interni.

Utilizzo dei tendaggi

Le tende da interni svolgono una funzione fondamentale nella preservazione del clima domestico. Utilizzate tende scure in grado di assorbire il calore esterno, in modo da limitare il surriscaldamento dell’appartamento e abbassando, in tal modo, almeno di 2-4 gradi la temperatura interna.

Scelta della tariffa più adatta

Oggi il settore energia ha sviluppato una serie di offerte commerciali tra cui scegliere. A seconda delle esigenze specifiche, potete optare per una tra le tariffe del mercato libero e quelle della maggior tutela. Inoltre, se il vostro stile di vita è cadenzato da ritmi routinari, potete vagliare l’ipotesi della tariffa bioraria, che garantisce un costo minore dei consumi durante le ore serali e nel weekend e un aumento dei costi unitari nelle ore di punta. Tale tariffa è particolarmente indicata per i lavoratori che trascorrono in ufficio i giorni feriali, consumando maggiore energia nel fine settimana o la sera.




0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×